Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie

Il quindicenne Wolfgang Amadeus Mozart soggiornò a Torino proprio 250 anni fa, nel gennaio del 1771, accompagnato dal padre Leopold. Di certo si sa che alloggiarono per due settimane all’albergo della Dogana Nova, nelle vicinanze dell’attuale via Corte d’Appello. Nella capitale sabauda incontrarono alcuni dei più celebrati maestri attivi in città, come Viotti, Pugnani e Somis, oltre a Giovanni Paisiello, autore dell’opera Annibale in Torino alla quale Wolfgang Amadeus assistette al Teatro Regio.
Scopo del viaggio era ottenere al giovane talento la commissione di un’opera per il successivo Carnevale. Le aspettative, com’è noto, andranno però deluse.

Il progetto Mozart a Torino – una produzione originale di Unione Musicale, Teatro Stabile Torino – Teatro Nazionale e Conservatorio Giuseppe Verdi – è un “concerto narrato” in tre puntate nelle quali l’attrice e regista Olivia Manescalchi interpreta alcuni brani tratti dalle opere che Laura Mancinelli ha dedicato al genio di Mozart: Amadé, Il fantasma di Mozart e il breve racconto L’ultimo postiglione.

Sullo sfondo del Teatro Carignano la narrazione si intreccia all’esecuzione di pagine scelte dal repertorio cameristico mozartiano affidata a dodici talentuosi strumentisti e cantanti, la maggior parte formati nel nostro Conservatorio Giuseppe Verdi.

Calendario (clicca sui titoli per vedere ciascun episodio)

Episodio 1 AMADÉ – online da mercoledì 17 marzo 2021, ore 21

Episodio 2 L’ULTIMO POSTIGLIONE – online da mercoledì 24 marzo 2021, ore 21

Episodio 3  IL FANTASMA DI MOZART – online da mercoledì 31 marzo 2021, ore 21

Nelle foto Olivia Manescalchi – Marcello Spinetta – Alberto Pipitone Federico, pianoforte – Beatrice Spina, violino – Lisa Bulfon, viola – Lorenzo Guida, violoncello – Letizia Gullino, violino – Luca Troncarelli, pianoforte – Seohee Kang, soprano – Francesca Loverso, pianoforte

©Copyright Photo Luigi De Palma