lunedì 3 febbraio 2020 – ore 20
Teatro Vittoria, via Gramsci 4 – Torino
serie l’altro suono

laReverdie

Claudia Caffagni / voce, liuto, campane
Livia Caffagni / voce, viella, flauti
Elisabetta de Mircovich / voce, viella, ribeca, symphonia
Matteo Zenatti / voce, arpa, percussioni

Elena Baldassarri / tabla, bendir, campane tibetane
Ourania Lampropoulou / santour

 David Riondino / voce narrante

IL MILIONE OVVERO IL LIBRO DELLE MERAVIGLIE
Viaggio musicale sulle tracce di Marco Polo

 

Anonimo italiano (XIV secolo)
Trotto, danza (London, British Library, MS. Add. 29987)

Anonimo spagnolo (XIV secolo)
Stella splendens, virelai (Montserrat, Biblioteca del Monasterio 1 – Libre Vermell)

Anonimo francese (fine XIII secolo)
Huic placuit Magi, mottetto (Montpellier, BibI. Fac. Med., MS H 196)

Johannes Symonis Hasprois (1378-1428)
Puis que je suis fumeux, ballade (Chantilly, Bibliotheque du Musee Conde, MS 564)

Anonimo italiano (XIV secolo)
Belicha, danza (London, British Library, MS. Add. 29987)

Jacopo da Bologna (prima del 1340-1360)
Per sparverare, caccia (Firenze, Biblioteca Nazionale Centrale, Panciatichiano 26)

Anonimo francese (XIV secolo)
Pantheon abluitur/Apollinis eclipsatur/Zodiacum signis, mottetto (Strasbourg, Bibliothèque Municipale, 222 C. 22)

Anonimo italiano (XIV secolo)
Salterello, danza (London, British Library, MS. Add. 29987)

Anonimo italiano (XIII secolo)
Benedicti e llaudati, lauda (Cortona, Biblioteca Comunale e dell’Accademia Etrusca, MS 91)

Anonimo francese (fine XIII secolo)
Pange melos, conductus (Firenze, Biblioteca Laurenziana, MS Pluteus 29.1)

Anonimo spagnolo (XII secolo)
Congaudeant Catholici, conductus (Santiago de Compostela, Catedral Metropolitan, Codex Calixtinus)

Anonimo francese (fine XIII secolo)
S’an me regarde/Prennés i garde/Hé mi enfant, mottetto (Montpellier, Université Faculté des Medicins, MS H196)

Johannes Ciconia (circa 1370-1412)
Venecie mundi splendor, mottetto (Bologna, Museo internazionale e Biblioteca della Musica, MS Q15)

 

Seguendo le tracce di Marco Polo, che alla fine del XIII secolo partì da Venezia e attraversò tutta l’Asia fino alla Cina, l’ensemble di musica medievale laReverdie presenta per la stagione dell’Unione Musicale il reading Il Milione ovvero il libro delle meraviglie (Teatro Vittoria, lunedì 3 febbraio 2020 – ore 20).

Il fascinoso ed esotico Oriente visto da un veneziano e narrato dal poeta cavalleresco italo-francese Rustichello da Pisa costituiscono gli ingredienti di un racconto straordinario che l’ensemble medievale laReverdie riveste di musica, affiancando agli strumenti medievali occidentali il kamancheh persiano e il tabla indiano che rievocano le suggestioni provate da Marco Polo lungo la Via della Seta.
Così come l’io osservante di Marco Polo e l’io narrante di Rustichello raccontano un mondo meraviglioso ed esotico con un’ottica e uno stile profondamente occidentali, analogamente la musica che commenta la narrazione è stata scelta tra il repertorio veneto e francese coevo e durante lo spettacolo sarà eseguita dai membri de laReverdie: Livia Caffagni (voce, viella, flauti), Claudia Caffagni (voce, liuto, campane), Elisabetta de Mircovich (voce, viella, ribeca, symphonia), Matteo Zenatti (voce, arpa, percussioni).

Allo stesso tempo però l’atmosfera dei luoghi, dei colori, dei profumi dell’Oriente, trovano nell’improvvisazione melodica di un saz e di un tanbur e nei ritmi del tabla e delle campane tibetane, suonati da Elena Baldassarri e da Ourania Lampropoulou: un contraltare sonoro che proietta lo spettatore in un mondo meraviglioso e remoto, dall’irresistibile fascino!

Elisabetta de Mircovich, fondatrice e componente de laRevedie, ha fatto emergere in una recente intervista rilasciata per l’Unione Musicale tutta la modernità di questo progetto: «Il racconto è affascinante, lucido e puntuale. Marco Polo non prende posizione, non giudica mai gli usi o le credenze delle popolazioni, sebbene lontanissime da quelle occidentali (così lontane che le letture riserveranno dei momenti veramente comici!). Non è un semplice mercante: è un esploratore, un uomo di scienza, in lui la curiosità procede insieme al rispetto

La narrazione, che utilizza frammenti tratti dalla versione toscana del Milione di inizio Trecento, è affidata alla voce del musicista e cantautore David Riondino, noto al grade pubblico per i programmi radiofonici (tra gli altri Il Dottor Djembé, con Stefano Bollani, e Vasco de Gama, con Dario Vergassola) e televisivi come Maurizio Costanzo Show, Quelli che il calcio, A tutto volume, Velisti per caso e Una poltrona per due. «Con David Riondino – ha raccontato Elisabetta de Mircovich – lavoriamo dal 2014. Il nostro primo progetto insieme è stato Roman de Fauvel, al quale è seguito Rime Petrose di Dante. La collaborazione con Riondino, da sempre interessato alla poesia, alla metrica, alla musica, alla satira, è stata da subito molto stimolante e proficua, oltre che divertente! Abbiamo spesso lavorato con attori (Gerard Depardieu, Alessandro Preziosi, Moni Ovadia, Mimmo Cuticchio), ma con Riondino l’attività è stata continuativa; con lui ci si capisce al volo, anche grazie al fatto che è musicista e cantautore… E si sente a suo agio anche nel Medioevo!»

 

BIGLIETTERIA
poltrone numerate, euro 20
in vendita online  e presso la biglietteria di Unione Musicale

ingressi, euro 12 e riduzioni per i giovani fino a 21 anni
in vendita il giorno del concerto presso il Conservatorio dalle ore 20.30

PER INFORMAZIONI
Unione Musicale, piazza Castello 29 – 101023 Torino
tel. 011 566 98 11 – info@unionemusicale.it
orario: martedì e mercoledì 13-17 – venerdì 10.30-14.30

 

Vai alla scheda concerto

 

Segui l’Unione Musicale sui Social Network:

Facebook: https://www.facebook.com/unionemusicale
Twitter: https://twitter.com/unionemusicale
Instagram: https://www.instagram.com/unionemusicale/
Youtube: http://www.youtube.com/unionemusicale