sabato 25 gennaio 2020
Teatro Vittoria – via Gramsci, 4 – Torino
ore 17 – ore 18 – ore 19
short track

Piergiorgio Rosso, Elena Gallafrio / violino
Francesco Bagnasco, Lisa Bulfon / viola
Francesca Gosio, Ada Guarneri / violoncello
con Antonio Valentino

ZUM-PA-PA! ZUM-PA-PA!

 Johann Strauss figlio (1825-99)
Kaiser-Walzer op. 437 (Valzer dell’Imperatore)

 Dmítrij Šostakóvič (1906-1975)
Waltz n. 2 da Suite per orchestra di varietà

 Pëtr Il’ič Čajkovskij (1840-1893)
Valzer dei fiori dalle musiche per il balletto Lo schiaccianoci

 

Sabato 25 gennaio 2020 ritorna al Teatro Vittoria di Torino Short Track. 30 minuti di classica per tutti, il format sperimentale dell’Unione Musicale pensato per avvicinare nuovo pubblico al mondo della musica classica eseguita dal vivo.
Partito la scorsa stagione come una scommessa, il progetto si è rivelato un vero successo con il coinvolgimento di circa 2000 persone (circa un terzo under 12!), la maggior parte totalmente estranee alla frequentazione di una sala da concerto, ma tutte conquistate dall’atmosfera rilassata e informale e dalla possibilità di ascoltare da vicino (addirittura seduti sul palcoscenico, su tappeti e cuscini) alcune delle più affascinanti pagine della letteratura musicale classica.
A questo proposito il pianista Antonio Valentino ha recentemente dichiarato: «Direi che con il progetto Short Track potremmo parlare di un ritorno alle origini, quando la distanza tra esecutori ed ascoltatori era davvero minima. Se da una parte è forse più difficile concentrarsi, dall’altra è l’occasione di vivere il concerto più come momento di autentico scambio che come prestazione esecutiva. Questo è l’approccio che mi riprometto sempre di cercare durante i concerti!» (Per l’ntervista completa cliccare qui)

Punto di forza di Short Track è la formula innovativa, che scardina le abituali modalità di fruizione della classica, abbattendo le barriere di diffidenza che a volte impediscono alle persone di entrare in sala da concerto: la durata è di solo mezz’ora tra ascolto e question time, i concerti sono ripetuti tre volte nella stessa serata in orario a scelta (ore 17, 18 e 19). Fondamentale il contatto ravvicinato tra spettatori ed esecutori, garantito dalla presenza del pianista e musicologo Antonio Valentino che, in veste di “mediatore” è a disposizione per rispondere a tutte le curiosità del pubblico. Ciò che non cambia è la qualità dell’esecuzione, che da sempre contraddistingue la proposta artistica dell’Unione Musicale.

“Zum-pa-pa! Zum-pa-pa!” è il titolo dell’appuntamento di sabato 25 gennaio 2020, che ha per protagonisti alcuni fra i migliori musicisti ad arco della scena torinese: insieme a Piergiorgio Rosso e Francesca Gosio (rispettivamente violino e violoncello del Trio Debussy, gruppo torinese che da sempre l’Unione Musicale coinvolge in vari progetti sperimentali al Teatro Vittoria), la violinista Elena Gallafrio, Francesco Bagnasco e Lisa Bulfon alla viola e al violoncello Ada Guarneri.

Sui leggii un ironico omaggio al valzer, osservato da tre diverse angolazioni. Si comincia con Johann Strauss (figlio) che portò il valzer al suo massimo splendore, facendone una fedele rappresentazione della mondanità del suo tempo: : la Belle Époque. Il concerto inizia con il suo famosissimo Kaiser-Walzer (Valzer dell’Imperatore), scritto in occasione della visita dell’imperatore Francesco Giuseppe d’Austria all’imperatore tedesco Guglielmo II (agosto 1889), incontro che rafforzava i già cordiali rapporti fra i due Imperi.
Si prosegue con un’altra famosissima pagina: il Valzer dei fiori che fa parte delle musiche composte dal russo Pëtr Il’ič Čajkovskij per il balletto Lo schiaccianoci, più volte utilizzato dal teatro, dallo sport (soprattutto per il pattinaggio su ghiaccio!) e dal cinema. Un esempio è il film Fantasia di Walt Disney, dove fate, funghi, pesci, fiori, cardi e orchidee danzano sulle note di Čajkovskij.
Per finire si ascoltarà l’ironico e spigoloso Valzer n. 2 del compositore russo Dmítrij Šostakóvič, che testimonia come il fascino del valzer sia arrivato a lambire il Ventesimo secolo. Ottavo movimento della Suite per orchestra di varietà, il brano è divenuto famoso anche per essere stato utilizzato nella colonna sonora del film Eyes Wide Shut (1999) di Stanley Kubrick.
Tutti i brani sono eseguiti in trascrizioni per sestetto d’archi realizzate da Antonio Valentino.

L’ultimo appuntamento con Short Track per la stagione 2019-2020 sarà sabato 22 febbraio con PIANO GRATEST HITS.

Simpatico anche il prezzo: ingresso a 5 euro, a 2 euro per gli under 12!

Short Track è parte del progetto “Pubblico di domani” vincitore di “OPEN 2017 – Nuovi pubblici per la cultura”, l’azione che la Compagnia di San Paolo ha istituito per stimolare la sperimentazione e la ricerca sull’Audience Development.

BIGLIETTERIA
ingressi, euro 5
ingressi under 12 anni, euro 2
in vendita presso la biglietteria dell’Unione Musicale e online. Il giorno del concerto, presso il Teatro Vittoria a partire dalle ore 16.30

  INFORMAZIONI:
Unione Musicale – tel. 011 566 98 11 – info@unionemusicale.it
martedì e mercoledì 13-17 – venerdì 10.30-14.30

 

 

Vai alla scheda concerto

 

Segui l’Unione Musicale sui Social Network:

Facebook: https://www.facebook.com/unionemusicale
Twitter: https://twitter.com/unionemusicale
Instagram: https://www.instagram.com/unionemusicale/
Youtube: http://www.youtube.com/unionemusicale