Un canto libero

Le fil rouge è un progetto musicale che nasce nel 2021 dall’incontro, nel retroterra comune della città di Torino, di cinque musicisti uniti dal desiderio di provare a creare un percorso sonoro originale e trasversale.
L’idea è quella di sviluppare un viaggio immaginario nella musica popolare, sia nella sua forma più indigena e viscerale sia in quella più raffinata e colta.
Se è nel manifestarsi ed eseguirsi che la musica popolare vive, Le fil rouge ne tesse il carattere su carta e pentagramma grazie all’aiuto, per quanto riguarda gli arrangiamenti, di Massimo Pitzianti, bandoneonista e fisarmonicista che meglio di chiunque altro riassume in sé la compenetrazione tra musica colta e tradizione popolare, di musicisti e cameristi di chiara fama come Antonio Valentino, e di giovanissime leve provenienti dalle classi di composizione del Conservatorio di Torino.
Il cammino comincia dalla creazione di un suono: tutto prende vita dal pianoforte, strumento poliedrico in grado di “farsi altro”, che fondendosi all’impasto sonoro dei due archi e alla vivacità ritmica delle percussioni fornisce la base della linea vocale da cui si snoderanno le radici linguistiche e l’affetto dei diversi brani.
In un percorso fluido e privo di ambizioni intellettualistiche, astratte o di finzione, Le fil rouge intende restituire il significato più autentico di ogni brano, quella forza dirompente e pulsante che accomuna autori, luoghi e tradizioni differenti; quel filo rosso che, pur soli, ci tiene uniti dalla notte dei tempi.
L’ensemble ha vinto il bando “Musica da camera in jeans” proposto dall’Associazione Sistema Musica e ha avuto occasione di esibirsi presso il Conservatorio di Torino e per la rassegna “Metamorfosi” alla Reggia di Venaria.

Un canto libero

Musiche di Beethoven, Piazzolla...

Martedì 8 novembre 2022
Associazione Estemporanea
ore 21:00
Biglietti: 1 €

Biglietto unico: 1 euro

In vendita presso l'Associazione Estemporanea a partire dalle ore 20


Interpreti

Le fil rouge
Laura Capretti / mezzosoprano
Tommaso Santini / violino
Lucia Sacerdoni / violoncello
Edoardo Momo / pianoforte
Francesco Parodi / percussioni

accompagnamento all’ascolto di Antonio Valentino
introduzione musicale a cura degli allievi di ESTEMPORANEA - Arte, Musica, Teatro


 

Programma

UN CANTO LIBERO

Henry Purcell (1659-1695)
Strike the viol

Ludwig van Beethoven (1770-1827)
da 25 Irish Songs WoO 152: n. 5 On the massacre of Glencoe

Tradizionale scozzese
The Bonnie Banks o’ Loch Lomond (arrangiamento di Francesca Idini)

Tradizionale irlandese
John Ryan’s polka (arrangiamento di Francesca Idini)

Ariel Ramirez (1921-2010)
Alfonsina y el mar (arrangiamento di Matteo Castellan)

Astor Piazzolla (1921-1992)
Fuga y misterio (arrangiamento di Antonio Valentino)

Miguel Matamoros (1894-1971)
Lagrimas negras (arrangiamento di Claudio Cavallin)

Francis Poulenc
Improvisation n.15 (arrangiamento di Massimo Pitzianti)

Angel Cabral (1911-1997)
La foule (arrangiamento di Massimo Pitzianti)

Gabriel Fauré (1845-1924)
da La bonne chanson op. 61: n. 8 N’est-ce pas? (arrangiamento di Antonio Valentino)

Charles Trenet (1913-2001)
Boum! (arrangiamento di Claudio Cavallin)

Alberti-Gustavino-Endrigo
La colomba (arrangiamento di Tommaso Santini)

Jobim/De Moraes/Bardotti/Endrigo
Perché (O que tinha de ser) (arrangiamento di Tommaso Santini)

Andrea Parodi (1955-2006)
No potho reposare (arrangiamento di Claudio Cavallin)

Condividi

Programma di sala

Interviste esclusive

Comunicato stampa

Rassegna stampa

Approfondimenti

Iscriviti alla Newsletter

Potrebbe piacerti anche...

CONFUSION MENTAL FIN DU S...

Musiche di Piazzolla, Conte  
domenica 9 ottobre 2022

Thadù

Musiche di Bach, Cangelosi, Ravel  
giovedì 13 ottobre 2022

Duo Bevilacqua-Nitahara

Musiche di Prokof’ev, Mozart, Brahms 
domenica 16 ottobre 2022

Quartetto Altemps

Musiche di Onslow, Schubert 
lunedì 17 ottobre 2022