mercoledì 1 luglio 2020 – ore 17.30 e ore 21
Teatro Vittoria, via Gramsci 4 – Torino
CAMERA D’ESTATE – 12 concerti al teatro vittoria

Trio Quodlibet
Mariechristine Lopez / violino

Virginia Luca / viola
Fabio Fausone / violoncello

Andrea Rebaudengo / pianoforte

Antonín Dvořák (1841-1904)
Quartetto in mi bemolle maggiore per violino, viola, violoncello e pianoforte op. 87

raccontato da Antonio Valentino

In collaborazione con il Conservatorio Giuseppe Verdi di Torino

Mercoledì 1 luglio 2020 nuovo appuntamento con Camera d’estate, la rassegna dell’Unione Musicale che segna il ritorno della musica classica dal vivo al Teatro Vittoria. Un percorso tra i capolavori del repertorio da camera realizzato in 12 concerti di un’ora senza intervallo, che prevedono l’ascolto integrale di un solo brano raccontato da un “mediatore”, che ne svela caratteristiche, segreti e curiosità. A condurre il pubblico in questo viaggio nel cuore della musica da camera ci sarà Antonio Valentino, docente di musica da camera al Conservatorio di Torino, pianista del Trio Debussy e, negli ultimi anni, appassionata “voce” di alcuni dei progetti più sperimentali dell’Unione Musicale.
Interpreti dei due concerti di mercoledì 1 luglio (ore 17.30 e alle ore 21) sono il torinese Trio Quodlibet e il pianista pesarese Andrea Rebaudengo, uniti in una collaborazione nata appositamente per Camera d’estate: «Conosco da tempo il Trio Quodlibet – afferma Rebaudengo nell’intervista esclusiva per l’Unione Musicale – mi hanno proposto di suonare insieme e ho accettato con entusiasmo. Hanno la freschezza della gioventù, ma già una forte capacità di approfondimento e di riflessione».
Già protagonista nel gennaio 2017 di un concerto della serie Young dell’Unione Musicale, il Trio Quodlibet è stato il primo trio d’archi a essere selezionato all’interno del progetto internazionale “Le Dimore del Quartetto” e nel corso del 2019 ha realizzato l’esecuzione integrale dei Trii di Beethoven per RAIRadio3 La Stanza della Musica. «Abbiamo appena concluso la registrazione del nostro primo disco con musiche di Beethoven e Paganini – affermano i musicisti del Quodlibet – e il tempo trascorso in questa clausura forzata lo abbiamo impiegato nel lavoro che sta dietro l’uscita discografica». Più volte ospite dell’Unione Musicale, Andrea Rebaudengo è il pianista dell’ensemble Sentieri Selvaggi, con il quale si è esibito all’Accademia di Santa Cecilia, a New York, Mosca, Festival MITO, Biennale di Venezia, I Concerti del Quirinale presentando spesso prime esecuzioni di autori contemporanei. Eccellente camerista, collabora con molti artisti come la cantante Cristina Zavalloni, il pianista Emanuele Arciuli, il percussionista Simone Beneventi, l’Ensemble del Teatro Grande di Brescia.

Sui leggii il Quartetto in mi bemolle maggiore op. 87 che si colloca verso la fine del catalogo di Antonín Dvořák. Scritto di getto nell’estate 1889, seguito soltanto dal Trio Dumky e da alcune opere per violino, rappresenta uno dei vertici della produzione cameristica dell’autore per la drammaticità e la ricchezza dell’invenzione, la chiarezza della forma e l’equilibrio tra le componenti strumentali. «Le melodie mi sono venute spontaneamente sotto la penna», scriveva Dvořák, e in effetti la struttura dell’opera rivela un senso del discorso musicale archi-pianoforte che non teme confronti con i modelli: c’è un evidente richiamo alla classicità nella nitidezza della forma e, al tempo stesso, l’inserimento di temi e ritmi di derivazione folklorica che segnano la cifra inconfondibile e sapientemente dosata della musica cameristica di Dvořák.

Per il ritorno all’attività dal vivo dell’Unione Musicale sono stati rispettati tutti i protocolli di sicurezza, affinché il concerto rappresenti un’esperienza piacevole e appagante pur nel rispetto di alcune semplici norme comportamentali. All’ingresso sarà misurata la temperatura e sarà garantita un’adeguata distanza interpersonale. L’uso della mascherina è obbligatorio per l’accesso in Teatro (non durante il concerto). È assicurata inoltre la regolare e costante igienizzazione degli ambienti.

Sono previste tariffe agevolate per tutte le tipologie di spettatori: 10 euro posto non numerato adulti e 5 euro posto non numerato under 21.

L’acquisto dei biglietti può essere effettuato online su www.unionemusicale.it, tramite prenotazione telefonica al numero 011 5669811 (nei giorni di martedì e mercoledì con orario continuato 10.30-16) o tramite mail all’indirizzo biglietteria@unionemusicale.it fino a esaurimento dei posti disponibili. Il ritiro dei biglietti avverrà presso il Teatro Vittoria a partire da 45 minuti prima dell’inizio dei concerti.

Leggi qui l’intervista completa al Trio Quodlibet e ad Andrea Rebaudengo.

 

BIGLIETTERIA E INFORMAZIONI
Ingresso non numerato intero, euro 10
Ingresso non numerato under 21 anni, euro 5
in vendita a partire da lunedì 15 giugno anche online su www.unionemusicale.it

——————————————————————

Prenotazione obbligatoria al numero 011 566 98 11 (nei giorni di martedì e mercoledì con orario continuato 10.30-16) o scrivendo alla mail biglietteria@unionemusicale.it fino a esaurimento dei posti disponibili con ritiro presso il Teatro Vittoria a partire da 45 minuti prima dell’inizio dei concerti

Gli abbonati dell’Unione Musicale che hanno fatto richiesta di rimborso tramite voucher possono usufruirne previa prenotazione fino a esaurimento dei posti disponibili.

——————————————————————

Unione Musicale, piazza Castello 29 – 101023 Torino
tel. 011 566 98 11 – info@unionemusicale.it
orario di apertura al pubblico dal 15 giugno al 22 luglio: martedì e mercoledì 10.30-16 (continuato)

 

Vai alla scheda concerto

Segui l’Unione Musicale sui Social Network:

Facebook: https://www.facebook.com/unionemusicale
Instagram: https://www.instagram.com/unionemusicale/
Youtube: http://www.youtube.com/unionemusicale
LinkedIn: https://www.linkedin.com/company/unione-musicale/