lunedì 26 marzo 2018 – ore 20
Torino, Teatro Vittoria, via Gramsci 4
serie l’altro suono

Soqquadro Italiano
Vincenzo Capezzuto voce
Claudio Borgianni regia musicale

Simone Vallerotonda chitarra barocca
Marco Forti contrabbasso
Gabriele Miracle percussioni

WHO’S AFRAID OF BAROQUE?

Alessandro Stradella (1639-1682) Si salvi chi può
Claudio Borgianni (1979) Alessandro Piccinini (1566-ca.1638) No words
Luigi Rossi (ca.1597-1653) La bella più bella
Claudio Borgianni – Giulio Cesare Cortese (1570-1640) La Vaiasseide
Tradizionale (XVI secolo) Vurria ca foss’io ciaola
Claudio Borgianni – Andrea Falconieri (ca.1585-1656) – Filippo Sgruttendio de Scafato (XVII secolo) Ciaccona a la brutta scartellata
Claudio Borgianni – Martino Pesenti (1600-1648) – Tubiolo Benfare (XVII secolo) Scuntenti cori miu
Bartolomeo Stefani (XVII secolo) Bianco mangiare alla spagnola
Francesco Corbetta (1615-1681) Caprice de chaconne
Domenico Micheletti (1663-1693) Speranze lusinghiere
Anonimo (XVII secolo) Occhi belli
Soqquadro Italiano / Santiago de Murcia (1673-1739) – Bartolomeo Bocchini (1604 – ca.1650) Bischizzo a bella ballerina
Tradizionale (XVII secolo) – Carlo Maria Maggi (1630-1699) La Canzone del Guarracino con l’addio di Meneghino


CHI HA PAURA DEL BAROCCO?

A questa domanda proverà a rispondere l’ensemble Soqquadro Italiano, per la prima volta all’Unione Musicale di Torino lunedì 26 marzo 2018 alle ore 20 presso il Teatro Vittoria di via Gramsci 4 (serie L’altro suono di abbonamento). Considerato uno dei gruppi più originali e innovativi nel genere classical crossover, Soqquadro Italiano è un progetto di Claudio Borgianni e Vincenzo Capezzuto, nato nel 2011 a Bologna dal comune interesse per la produzione musicale e teatrale italiana tra il XVI e il XIX secolo.
Who’s afraid of Baroque? è un insolito e divertente spaccato sulla musica e sulla cultura italiana del Seicento, dove i più svariati dialetti risuonano nelle arie popolari e colte e nel gioco d’improvvisazione musicale di compositori come Alessandro Stradella, Luigi Rossi, Giulio Cesare Cortese, Andrea Falconieri, Bartolomeo Bocchini, Alessandro Piccinini, Francesco Corbetta, Santiago de Murcia e molti altri. Soqquadro Italiano non si limita a un’esecuzione con strumenti musicali e modalità tipiche della musica antica: la volontà degli artisti è quella di gettare un ponte tra antico e moderno in un raffinato gioco di fusione tra improvvisazione jazz e arte della diminuzione, tra commedia dell’arte e atmosfere swing, nel segno di una continua contaminazione tra i generi.
La natura dello spettacolo ben rappresenta Soqquadro Italiano, nato per costruire un “luogo” in cui far confluire le diverse esperienze dei due artisti che l’hanno fondato: la danza e il canto per Vincenzo Capezzuto, artista poliedrico che è “la voce e il corpo” di tutti i progetti, sempre in bilico tra espressività colta e immediatezza popolare, e il teatro e la musica per Claudio Borgianni che, con la sua regia musicale, attinge dal repertorio barocco smembrandolo, deformandolo e infine ricomponendolo per poter tracciare i punti di continuità con la realtà di oggi. «Soqquadro significa letteralmente mettere sottosopra, confusione, portare scompiglio – afferma Borgianni in un’intervista esclusiva per Unione Musicale – per noi, in realtà, significa semplicemente guardare le cose da un punto di vista diverso».
Soqquadro Italiano si avvale della presenza di musicisti affermati e apprezzati nel campo della musica antica, come Simone Vallerotonda alla chitarra barocca, Marco Forti al contrabbasso e Gabriele Miracle alle percussioni. «Who’s afraid of Baroque? è un progetto che ormai portiamo in giro da anni in Germania, Russia, Spagna– afferma ancora Borgianni – il 26 marzo per noi, a Torino, sarà un po’ come tornare a casa».

Ulteriori approfondimenti:
Intervista completa a Claudio Borgianni (Soqquadro Italiano): http://www.unionemusicale.it/intervista-esclusiva-a-claudio-borgianni-soqquadro-italiano/

 

poltrone numerate, euro 20
in vendita presso la biglietteria dell’Unione Musicale e online su www.unionemusicale.it

ingressi, euro 12
ingressi giovani fino a 21 anni, euro 5
in vendita il giorno del concerto presso il Teatro Vittoria dalle ore 19.30

BIGLIETTERIA
Unione Musicale, piazza Castello 29 – 101023 Torino
tel. 011 566 98 11 – info@unionemusicale.it
orario: martedì e mercoledì 12.30-17 – giovedì e venerdì 10.30-14.30

 

Vai alla scheda concerto

Segui l’Unione Musicale sui Social Network:

Facebook: https://www.facebook.com/unionemusicale
Twitter: https://twitter.com/unionemusicale
Instagram: https://www.instagram.com/unionemusicale/
Youtube: http://www.youtube.com/unionemusicale