Webern romantico e Stravinsky ancestrale: scelta mai così feconda. Come di consueto l’Unione Musicale che, per qualità di manifestazioni, è la prima società di musica da camera d’Italia, ha aperto la sua stagione nell’Auditorium Rai con un grande concerto sinfonico.