mercoledì 25 gennaio 2017 – ore 21
Conservatorio Giuseppe Verdi, piazza Bodoni – Torino
(abbonamento serie dispari)

 Kammerorchester Basel
Umberto Benedetti Michelangeli direttore
Regula Mühlemann soprano

MOZART GALA

Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Sinfonia in re maggiore K. 196 (Ouverture da La finta giardiniera) e Finale K. 121
«Strider sento la procella», aria da Lucio Silla K. 135
«Geme la tortorella», aria da La finta giardiniera K. 196
Sinfonia in fa maggiore K. 75
«Voi avete un cor fedele», aria in sol maggiore K. 217
«S’altro che lagrime», aria da La clemenza di Tito K. 621
«Da schlägt die Abschiedsstunde», aria da Der Schauspieldirektor (L’impresario teatrale) K. 486
«Vorrei spiegarvi, oh Dio», aria in la maggiore K. 418
Sinfonia in sol minore K. 550

Un gala mozartiano è quello proposto dall’Unione Musicale di Torino mercoledì 25 gennaio 2017, presso il Conservatorio Giuseppe Verdi, alle ore 21 (serie Dispari di abbonamento), in cui si potranno ascoltare arie d’opera e da concerto alternate a brani sinfonici. Protagonista della festa in onore del genio di Salisburgo la Kammerorchester Basel, fondata nel 1984 da musicisti formatisi presso numerose istituzioni e collegi musicali della Svizzera e celebrata dalla critica come «una delle formazioni più interessanti sulla scena internazionale», con un repertorio molto vasto che va dal Barocco, eseguito seguendo l’orientamento della moderna prassi filologica, al contemporaneo. Alla guida dell’Orchestra Umberto Benedetti Michelangeli, più volte ospite dell’Unione Musicale negli anni del suo lungo sodalizio con l’Orchestra da Camera di Mantova: indimenticabile il suo più recente concerto a Torino, nel novembre 2014, con l’ultima straordinaria esibizione del pianista Aldo Ciccolini.
Sui leggii l’Ouverture dall’opera La finta giardiniera, la giovanile Sinfonia K. 75 e il testamento mozartiano (insieme alla Jupiter) nel genere sinfonico: la K. 550 in sol minore.
Cuore della serata l’esecuzione di alcune arie interpretate da Regula Mühlemann, considerata uno dei migliori soprani della sua generazione, che recentemente ha pubblicato per Sony Classical il suo primo cd proprio di arie mozartiane. La Muhlemann, per la prima volta ospite in una stagione dell’Unione Musicale, ha cantato in Le Comte Ory al Theater an der Wien, in una nuova produzione del Flauto magico al Festival di Baden Baden con i Berliner Philharmoniker sotto la guida di sir Simon Rattle, ne La finta giardiniera alla Staatsoper di Berlino, e poi ancora all’Opera di Parigi, ad Aix-en-Provence e al Festival di Verbier accanto a Rolando Villazón. È stata diretta, tra gli altri, da Nello Santi, sir Simon Rattle, Daniel Harding, Pablo Heras-Casado e Ivor Bolton e ha debuttato recentemente anche al cinema, nel ruolo di Ännchen nel film Il franco cacciatore per la regia di Jens Neubert, con Daniel Harding alla guida della London Symphony Orchestra.

poltrone numerate, euro 30
in vendita presso la biglietteria dell’Unione Musicale e online su www.unionemusicale.it

ingressi, euro 20 (ridotti fino a 21 anni, euro 10)
in vendita il giorno del concerto presso il Conservatorio dalle ore 20.30

BIGLIETTERIA
Unione Musicale, piazza Castello 29 – 101023 Torino
tel. 011 566 98 11 – info@unionemusicale.it
orario: martedì e mercoledì 12.30-17 – giovedì e venerdì 10.30-14.30

Vai alla scheda concerto

Segui l’Unione Musicale sui Social Network:

Facebook: https://www.facebook.com/unionemusicale
Twitter: https://twitter.com/unionemusicale
Instagram: https://www.instagram.com/unionemusicale/
Youtube: http://www.youtube.com/unionemusicale