martedì 7 marzo 2017
ore 18.30 guida all’ascolto
ore 19.30 aperitivo
ore 20 concerto
Teatro Vittoria, via Gramsci 4 – Torino
(abbonamento serie Young)

Mishka Rushdie Momen pianoforte

 Wolfgang Amadeus Mozart (1756-1791)
Fantasia in do minore K. 475

Robert Schumann (1819-1896)
Waldszenen op. 82

Fryderyk Chopin (1810-1849)
Ballata n. 2 in fa maggiore op. 38

 Ludwig van Beethoven (1770-1827)
Sonata in la maggiore op. 101

 Guida all’ascolto a cura di Liana Püschel

 

La serie concertistica Young porta per la prima volta nel cartellone dell’Unione Musicale la pianista inglese Mishka Rushdie Momen, che sarà al Teatro Vittoria di Torino martedì 7 marzo 2017 alle ore 20.
Di origini iraniane ma nata a Londra, classe 1992, Mishka Rushdie Momen è stata lanciata da András Schiff che, attraverso il progetto Building Bridges, da alcuni anni si pone l’obiettivo di promuovere e far conoscere giovani pianisti al di fuori del sistema dei concorsi internazionali, presentandoli al pubblico ma anche agli operatori del settore, così da avviare al meglio la loro carriera. La Momen è stata invitata dal grande pianista ungherese sia a partecipare alle sue lezioni estive al Festival Menuhin di Gstaad e sia a esibirsi in recital a New York, Zurigo, Berlino, Francoforte e Anversa. Schiff ha sicuramente intravisto un talento dalle grandi potenzialità comunicative, con ampi margini per un’ulteriore maturazione, come ha recentemente affermato a proposito di un’esecuzione mozartiana della Momen: «Ha suonato la Sonata in la minore in un modo che è davvero molto raro sentire: è una musicista molto originale, intelligente e sensibile».
Mishka Rushdie Momen ha studiato alla londinese Guildhall School of Music and Drama perfezionandosi poi con Alfred Brendel e Richard Goode e ha tenuto recital alla Barbican Hall di Londra, alla Bridgewater Hall di Manchester, a Leeds e in importanti sale londinesi come la Queen Elisabeth Hall, la Royal Festival Hall e la Wigmore Hall. Di tutto rispetto il suo palmares, che include recenti vittorie e premi ai Concorsi Pianistici Internazionali di Dublino (2015), Colonia e Dudley (2014).
Per il suo debutto torinese, Mishka Rushdie Momen ha scelto un programma particolarmente impegnativo che si apre con la Fantasia K. 475 di Mozart, pubblicata insieme alla Sonata K. 457 nel 1785 – cioè un anno dopo l’ultimo deludente viaggio a Salisburgo del compositore – in cui si avvicendano in modo libero cinque episodi con alternanza di passaggi contemplativi e drammatici.
Seguono le poetiche Waldszenen di Schumann, scritte nel 1849, ultimo ciclo pianistico del compositore e omaggio a uno dei luoghi più cari all’immaginario romantico tedesco: la foresta.
Dopo la celebre Ballata n. 2 di Chopin, il programma si conclude con la Sonata op. 101 di Beethoven che, scritta nel 1816, ricorda la fisionomia delle “sonate-fantasie” del primo periodo e presenta una relazione ciclica tra i quattro movimenti; il peso del brano è tutto spostato nel finale, costruito in Forma Sonata, ma il cui sviluppo è caratterizzato da una complessa scrittura fugata.

Il concerto è preceduto alle ore 18.30 da una guida all’ascolto a cura della musicologa Liana Püschel e da un aperitivo alle ore 19.30.

poltrone numerate, euro 20
in vendita presso la biglietteria dell’Unione Musicale e online su www.unionemusicale.it

ingressi (comprensivi di guida all’ascolto e aperitivo), euro 12
ingressi ridotti (fino a 21 anni), euro 5
in vendita il giorno del concerto presso il Teatro Vittoria dalle ore 18.15

BIGLIETTERIA
Unione Musicale, piazza Castello 29 – 101023 Torino
tel. 011 566 98 11 – info@unionemusicale.it
orario: martedì e mercoledì 12.30-17 – giovedì e venerdì 10.30-14.30

Vai alla scheda concerto

Segui l’Unione Musicale sui Social Network:

Facebook: https://www.facebook.com/unionemusicale
Twitter: https://twitter.com/unionemusicale
Instagram: https://www.instagram.com/unionemusicale/
Youtube: http://www.youtube.com/unionemusicale