lunedì 18 gennaio 2016 ore 20

Teatro Vittoria, via Gramsci 4 – Torino

serie l’altro suono

 

La Compagnia del Madrigale

Rossana Bertini, Francesca Cassinari soprani

Elena Carzaniga contralto

Giuseppe Maletto, Raffaele Giordani tenori

Daniele Carnovich basso

IO MORIRÒ D’AMORE

Madrigali di Marenzio, Gesualdo, Monteverdi

Luca Marenzio

Io morirò d’Amore – III Libro a 6 voci, 1585

Cruda Amarilli VII Libro a 5 voci, 1595

Filli volgendo i lumi VIII Libro a 5 voci, 1598

Dura legge d’Amor IX Libro a 5 voci, 1599

Ecco che’l ciel chiaro e sereno V Libro a 6 voci, 1591

Vivrò dunque lontano V Libro a 6 voci, 1591

Carlo Gesualdo

T’amo mia vita V Libro a 5 voci, 1611

O dolorosa gioia V Libro a 5 voci, 1611

O dolce mio tesoro VI Libro a 5 voci, 1611

Al mio gioir il ciel si fa sereno VI Libro a 5 voci, 1611

Chiaro risplender suole VI Libro a 5 voci, 1611

Moro lasso, al mio duolo VI Libro a 5 voci, 1611

Claudio Monteverdi

Ecco Silvio colei V Libro a 5 voci, 1605

La Compagnia del Madrigale – attualmente il più accreditato gruppo madrigalistico a livello internazionale – sarà all’Unione Musicale il 18 gennaio 2016 per la serie concertistica “l’altro suono” dedicata alla musica antica.

Il titolo del concerto “Io morirò d’amore” è stato scelto tra quelli più significativi dei madrigali di Luca Marenzio e illustra il senso del programma proposto, un suggestivo e articolato itinerario madrigalistico che, proprio sotto il segno dell’amore più appassionato, unisce alcuni tra i protagonisti della musica tra Cinque e Seicento. Quella passione amorosa che la Compagnia del Madrigale ha scelto di illustrare attraverso tre compositori diversi nella loro arte ma tutti protagonisti della trasformazione musicale che prende vita proprio nel volgere di quei due secoli: Monteverdi, Gesualdo e Marenzio.

Così Giuseppe Maletto, tra i fondatori della Compagnia del Madrigale, introduce il programma del concerto in una recente intervista per “Sistema Musica”: «Non c’è bisogno di sottolineare il ruolo fondamentale di Monteverdi, mentre di Gesualdo potremmo dire che è stato un notevole innovatore nella sensibilità armonica, pur rimanendo legato alle regole e alle consuetudini della polifonia. Caso diverso quello di Marenzio: muore poco prima che Monteverdi porti a compimento la sua rivoluzione e così, storicamente, ne resta escluso; proprio lui che per certi versi aveva anticipato alcuni elementi, tanto che in alcuni casi potremmo già parlare di una forma di recitar cantando». Appuntamento con le suggestive atmosfere madrigalistiche al Teatro Vittoria alle ore 20.

Per ulteriori informazioni: http://www.unionemusicale.it/concerti/la-compagnia-del-madrigale-18-01-2016/

poltrone numerate, euro 20 – ingressi, euro 12

Unione Musicale – tel. 011 566 98 11 – info@unionemusicale.it

martedì e mercoledì 12.30-17 – giovedì e venerdì 10.30-14.30

www.unionemusicale.it

La Compagnia del Madrigale nasce nel 2008 per iniziativa di Rossana Bertini, Giuseppe Maletto e Daniele Carnovich i quali, dopo aver cantato insieme per oltre un ventennio madrigali e polifonia sacra, decidono di autogestirsi senza la presenza di un direttore e con l’integrazione di Francesca Cassinari, Elena Carzaniga, Raffaele Giordani e Marco Scavazza.

Nel 2009, in collaborazione con la Radio-Televisione della Svizzera Italiana, sotto la direzione di Diego Fasolis e con I Barocchisti, La Compagnia del Madrigale registra L’Amfiparnaso di Orazio Vecchi e il Primo Libro di Madrigali di Palestrina, nell’ambito del progetto di registrazione dell’opera omnia, con la consulenza musicologica di Francesco Luisi. L’esordio discografico è della primavera del 2011: un’antologia di madrigali sui testi dell’Orlando Furioso per l’etichetta Arcana, programma esibito anche ai prestigiosi festival di Ravenna e di Utrecht.

Nel 2013 inizia la collaborazione con l’editrice spagnola Glossa con il Sesto Libro di Madrigali di Carlo Gesualdo, in occasione del 400º anniversario della morte. Il disco ottiene i premi Choc di Classica e Diapason d’Or de l’Année 2013 per la categoria “Musica Antica”. Successivamente viene pubblicato il Primo Libro de’ Madrigali a cinque voci di Luca Marenzio, che riceve il Diapason d’Or e il prestigioso Grammophone Award 2014. Nel 2014 esce il triplo cd dedicato ai Responsoria di Carlo Gesualdo e altre composizioni spirituali, in parte ancora inedite. Anche questo disco riceve importanti riconoscimenti discografici tra cui il Diapason d’Or, Choc di Classica, Cd of the Week del Sunday Times, Choral & Song Choice di BBC Music Magazine.

L’attività del gruppo si allarga parallelamente anche a livello concertistico, con l’opportunità di esibirsi in importanti festival e rassegne concertistiche tra cui MITO SettembreMusica, Unione Musicale, Schwetzinger SWR Festspiele, RheinVokal, Stour Music e in prestigiose sale come la Kölner Philharmonie, la Victoria Hall di Ginevra, il Musée d’Orsay di Parigi e la Sala Accademica del Pontificio Istituto di Musica Sacra di Roma. Nel 2016 il gruppo si esibirà alla Wigmore Hall, una delle più prestigiose sale da concerto di Londra.

I prossimi progetti vedranno La Compagnia del Madrigale impegnata nella registrazione di composizioni spirituali di Monteverdi e del Quinto Libro de’ Madrigali a sei voci di Luca Marenzio, senza perdere di vista lo studio e l’approfondimento di programmi particolarmente cari al gruppo dedicati al Canzoniere di Petrarca, alla Gerusalemme Liberata di Tasso, al Vespro della Beata Vergine e la Selva Morale di Monteverdi.

———————————————————————————————————————————————————————————————–

La stagione I Concerti dell’Unione Musicale è sostenuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, dalla Regione Piemonte, dalla Città di Torino, dalla Compagnia di San Paolo nell’ambito del Bando Arti Sceniche 2015, dalla Fondazione CRT e dalla Fondazione Ferrero.

———————————————————————————————————————————————————————————————–