Francesca Gosio, tu e gli amici del Trio Debussy avete sempre accolto le proposte dell’Unione Musicale, anche quelle meno convenzionali o… più strampalate. Come affrontate la proposta di partecipare al progetto Short Track?
Abbiamo abbracciato l’iniziativa con entusiasmo. La rappresentazione è sempre il momento in cui l’arte viene chiamata dalla sua eternità a misurarsi con il presente. Ogni sperimentazione è una possibilità di rilancio e di attualizzazione.

Il progetto è anticonvenzionale per quanto riguarda gli orari (è ripetuto tre volte all’interno della stessa serata), la composizione del pubblico (dagli 0 ai 99 anni), il posizionamento degli spettatori (che verranno fatti sedere vicino agli esecutori) e il fatto che, al termine dell’ascolto, si possano porre delle domande. Secondo te sono elementi che possono aiutare a far percepire la classica con maggiore simpatia?
Credo che il pubblico apprezzerà la novità di questa formula. Tutto è pensato per abbattere la distanza tra opera-interprete e pubblico. In particolare la replica dell’esecuzione in tre momenti diversi sembra stemperare la sacralità del rito del concerto, rendendo la performance più leggera e familiare.

Tutte queste “novità” mettono in difficoltà l’interprete?
Accogliere il nuovo, trasformandolo in opportunità di crescita, è alla base di ogni evoluzione. Anche quella artistica.

Ti “preoccupano” o ti divertono le domande che potrà fare il pubblico?
L’incontro con il pubblico è sempre stimolante perché aiuta a guardare da un’altra prospettiva. Anche questo è attualizzare.

Secondo la tua esperienza di musicista e di mamma, come si può favorire il contatto di bambini e ragazzi con la classica?
Progetti come Short Track sono appunto un esempio perfetto di ciò che si potrebbe fare per accogliere il giovane pubblico. In particolare le dimensioni ridotte delle esecuzioni si adattano alle esigenze dei più piccini, che hanno tempi di attenzione contenuti.

Vai alla scheda concerto

Segui l’Unione Musicale sui Social Network:

Facebook: https://www.facebook.com/unionemusicale
Twitter: https://twitter.com/unionemusicale
Instagram: https://www.instagram.com/unionemusicale/
Youtube: http://www.youtube.com/unionemusicale