Secondo capitolo del progetto Favole in forma Sonata a cura di Pasquale Buonarota, Alessandro Pisci e Diego Mingolla, Va, va, va, van Beethoven racconta – dopo il Mozart bambino di Mio fratello Amadè – un altro mito della storia della musica. Tutto comincia con Beethoven maturo, alle prese con uno dei suoi tanti traslochi viennesi. Attraverso gli scambi con i facchini che lo assistono, si ripercorrono alcuni momenti della sua vita: il turbolento rapporto col rigido padre, l’affetto e le carezze della madre, gli amori non corrisposti, la carriera e la fama, e poi la solitudine, il silenzio e naturalmente lei, l’unica, l’amata immortale, la musica.
Uno spettacolo poetico e ironico che ci spiega la forma del “Tema con variazioni” con impalpabile semplicità, facendoci allo stesso tempo appassionare alle vicissitudini del grande Ludwig van Beethoven, l’inquieto, disordinato, burbero, solitario genio indiscusso, sulle note delle Variazioni Eroica op. 35. [Articolo di Cecilia Fonsatti]

{Originale su www.sistemamusica.it }

Vai alla scheda concerto

Segui l’Unione Musicale sui Social Network:

Facebook: https://www.facebook.com/unionemusicale

Twitter: https://twitter.com/unionemusicale

Instagram: https://www.instagram.com/unionemusicale/

Youtubehttp://www.youtube.com/unionemusicale