Un Brasile differente. Quindi, basta con la bossa nova, il samba, il calcio, e magari pure con le Olimpiadi, che ancora devono cominciare? Di quale Brasile parliamo? Ce lo spiega Gabriele Mirabassi, che del travalicare i confini ed esplorare territori ha fatto il suo stile.

Come e nata la collaborazione con Roberto Taufic?

«Roberto Taufic e un brasiliano che da oltre vent’anni vive a Torino. Da oltre dieci io vado in Brasile, dove collaboro con molti musicisti locali. Entrambi facciamo molta fatica a raccontare cosa sia il Brasile vero, lontano dagli stereotipi esotizzanti e dalle mode, che tanto lui quanto io frequentiamo. Ci e parso allora del tutto naturale riversare questa conoscenza in un cd (Um Brasil Diferente, pubblicato nel 2014 da Dodici Lune), registrazione a sua volta nata da una serie di concerti che avevamo presentato proprio in Brasile, con il programma che poi ha costituito la track list».

Con quale criterio sono stati scelti i pezzi da inserire nel disco e nello spettacolo?

«Sono canzoni che in Brasile tutti conoscono e cantano, del tutto ignote qui da noi, presentate in maniera che sia il pubblico italiano sia quello brasiliano possano vedere il Brasile e la sua cultura in un’ottica diversa: quella di due musicisti in viaggio, che potrebbero essersi incontrati in mezzo all’Oceano, decidendo di condividere i propri talenti e le proprie culture».

Da musicista, quali differenze ha riscontrato tra il Brasile e l’Italia?

«L’incontro con il Brasile ha generato in me una consapevolezza del tutto nuova: quella legata all’identità musicale. Li e marcata, riconoscibile, condivisa dai musicisti e dalla gente anche attraverso alcune delle canzoni che noi presentiamo. Non cosi in Italia. Ci facciamo chiamare jazzisti, anche quando non e il jazz ciò a cui pensiamo, mentre non troviamo un modo per definire una nostra identità musicale, che non coincida col repertorio accademico e operistico». (Articolo di Fabrizio Festa)

Vai alla presentazione del concerto >>http://www.unionemusicale.it/concerti/um-brasil-diferente-19042016/

Leggi il comunicato stampa >>

{Originale su www.sistemamusica.it }