È stato annunciato il nome del vincitore assoluto del talent Amadeus Factory: David Irimescu!

Irimescu, come il Trio Chagall, vincitore della categoria musica da camera, sono allievi del Conservatorio Statale di Musica “Giuseppe Verdi” di Torino e si sono più volte esibiti nelle stagioni dell’Unione Musicale.

In questa stagione potrete ascoltarli martedì 19 febbraio 2019.

Complimenti!

 

I giudici hanno detto di loro:

Il pianista David Irimescu, un perfezionista, un pianista d’altri tempi. Desidera diventare un interprete a tutto tondo, un musicista «che sappia rivolgere la giusta attenzione tanto a ciò che vuole dire, quanto a come vuole dirlo», sottolinea. «Ha confermato, lungo l’intero svolgimento del talent, in crescendo, quelle che erano state le mie impressioni iniziali, afferma Beatrice Rana, riuscendo a conquistarmi definitivamente per le sue grandi qualità musicali e tecniche».

Il Trio Chagall, con la sua commistione di personalità musicali – un leader violinista, un focoso violoncellista e un pianista che tiene con grande sapienza le fila del discorso – dimostra quanta verità si celi nel motto del loro mentore ad AF, Enrico Bronzi: «se qualcuno avesse ancora l’idea che la musica da camera è una sottocategoria del concertismo, c’è una notizia: non è affatto così».
«È un gruppo che prende le cose molto seriamente» afferma Bronzi, «lo si capisce dal lavoro che i tre musicisti hanno fatto già con il loro insegnante di Conservatorio a Torino, che sicuramente avrà trasmesso loro il suo entusiasmo per la disciplina. Il grande equilibrio tra gli archi, tratto raro quanto prezioso, si unisce alla vastità del repertorio, che comprende molti autori tra loro disparati, tra cui passano con grande naturalizza, completano il quadro delle premesse positive a partire da cui il Trio Chagall potrà sviluppare la propria carriera».