The King's Singers

Programma da definire

Questo vivace programma celebra gli amori e la vita degli esseri umani. Il primo tempo presenta musica rinascimentale, a partire dall’affermazione di Giovanni Gastoldi che l'amore vince tutto. La purezza dell'amore cortese cede il passo, tuttavia, alla volgarità della vita reale, prima che l'ordine venga ripristinato da O dolce vita mil che t'haggio fatto di Adrian Willaert.
Si passa poi dall’Italia alla Spagna per tre opere a contrasto, tra cui El Fuego, una delle ensaladas di Mateo Flecha che racconta l'incendio di Roma durante il regno dell'imperatore Nerone. Si tratta di un brano allegorico che deride gli eccessi della società spagnola.
Ci spostiamo poi in Francia con quattro opere che dimostrano come la società francese sia uguale a quella dei suoi vicini: il puro amore è desiderabile ma difficile da ottenere e il genere umano fatica nella ricerca dell’amore (e del piacere).
Il primo tempo si chiude con un po’ di… gioco d'azzardo: i King’s Singers canteranno "Il gioco di Primiera" di Alessandro Striggio.
All'inizio del secondo tempo viaggeremo avanti nel tempo con alcune canzoni d'autore a tema amoroso di Jean-Paul Martini, Gabriel Fauré, Georges Auric e Jacques Brel, il cui brano La false a mille temps ci fa fare un giro sulla giostra dell’amore. Il concerto si conclude con il programma “in close harmony”, caratterizzato da canzoni d'amore dal jazz, al folk, al pop.

Acclamati per la loro bravura e per il loro lo charme irresistibile, i King’s Singers sono richiestissimi ovunque. La loro attività – ormai sinonimo della miglior qualità come complesso vocale – richiama un enorme pubblico in tutto il mondo.
I King’s Singers si esibiscono in più di 120 concerti ogni anno, con regolari tournées in Europa, Stati Uniti , Asia e Oriente. Sono apprezzati per la loro eccelsa qualità musicale e per la loro grande capacità di intrattenimento: esibizioni di gran classe con un delizioso senso dell'umorismo britannico. La generosità del loro spirito e la magica abilità nel coinvolgere il pubblico sono rimasti invariati sin dalla fondazione del gruppo avvenuta nel 1968.
I King's ha ricevuto due volte il Premio Grammy®, nel 2009 per il cd Signum Classics Simple Gifts e nuovamente nel 2012 per la partecipazione al disco di Eric Whitacre Light & Gold per Decca. Nel giugno 2013 sono stati scelti come uno dei due soli ensemble vocali da inserire nella "Hall of Fame" della rivista Gramophone, premiati per la loro unica eccezionale discografia di oltre 150 albums.

Dettagli del concerto


Interpreti

The King’s Singers (David Hurley, Timothy Wayne-Wright, controtenori – Julian Gregory, tenore - Christopher Bruerton, Christopher Gabbitas, baritoni - Jonathan Howard, basso)
 

Programma

LA VITA ? BELLA

Giovanni Gastoldi
Amor Vittorioso

Orlandus Lassus
Matona mia cara

Giovanni da Nola
Chi la Gagliarda

Adrien Willaert
O dolce vita mio che t?haggio fatto - Vecchie letrose

Anonymous
Rodrigo Martinez - Dindirin

Mateo Flecha
El fuego

Orlandus Lassus
Bonjour mon coeur

Pierre Certon
La, la, la, je ne l?ose dire

Josquin des Pres
Baisez moi

Orlandus Lassus
Dessus le march? d?Arras

Alessandro Striggio
Il gioco di primiera

Jean-Paul-?gide Martini
Plaisir d?amour (arr. Goff Richards)

Gabriel Faur?
Le papillon et la fleur (arr. Goff Richards)

Georges Auric - Johannes Brahms
Quand tu dors pr?s de moi

Jacques Brel
La valse ? mille temps (arr. Daryl Runswick)

CLOSE HARMONY: A selection of songs in close harmony

domenica 13 marzo 2016
Torino, Conservatorio Giuseppe Verdi
ore 16:30

Serie: Didomenica
Genere: Voce
Biglietti: 28-20 €

Scopri di più

Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie
Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie
Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie

Potrebbe piacerti anche

SCHUBERTIADE. I LIEDER 3

Lieder di Schubert 
sabato 6 aprile 2019

SCHUBERTIADE. I LIEDER 4

Lieder di Schubert 
martedì 7 maggio 2019