Salvatore Accardo - OCI

Musiche di Saint-Säens, Verdi, etc.

Nato a Torino 1941, Salvatore Accardo è considerato il più grande violinista italiano della sua generazione. Dopo aver studiato al Conservatorio di Napoli e, successivamente, all’Accademia Chigiana di Siena, ha vinto prestigiosi concorsi internazionali come quello di Vercelli (1955), Ginevra (1956), Siena (1957) e Paganini di Genova (1958), affermandosi a livello mondiale per lo straordinario virtuosismo in un repertorio estremamente vasto che va da Vivaldi a Bach a Beethoven, da Paganini a molti autori del Novecento.

Nel 1996, a dieci anni dall’istituzione dei corsi di alto perfezionamento presso l’Accademia Walter Stauffer di Cremona, Accardo decide di fondare un’orchestra d’archi con i migliori allievi ed ex allievi dell’Accademia. Nasce così l’Orchestra da Camera Italiana i cui componenti - unico esempio al mondo - discendono tutti dalla stessa scuola, raggiungendo un’unità espressiva, tecnica e stilistica senza pari. L’Orchestra da Camera Italiana (OCI) nasce dalla volontà di non disperdere il lavoro didattico e artistico maturato durante i corsi all’Accademia Stauffer tenuti da Accardo insieme a Giuranna, Filippini e Petracchi e dal desiderio di offrire a giovani di talento un’opportunità lavorativa di alto livello.

L’OCI opera sin dalla sua fondazione con il duplice obiettivo di continuare una tradizione italiana di eccellenza musicale e di avvicinarsi al pubblico modificando il tradizionale rapporto frontale esecutore/ascoltatore, nella consapevolezza che l’amore per la musica si scopre o si forma laddove viene offerta l’occasione di essere coinvolti. L’Orchestra si è esibita presso le più importanti istituzioni musicali italiane ed estere. A partire dal 1997 ha effettuato numerose tournée: nelle Americhe ha suonato negli Stati Uniti, in Argentina, Brasile, Cile e Uruguay, ricevendo dall’Associazione Critici Musicali dell’Argentina il premio come Migliore Complesso da Camera Straniero; in Asia si è esibita in Cina, Giappone, Vietnam e Corea.

Per il pubblico dell'Unione Musicale Accardo e l'OCI hanno creato un programma all'insegna del pathos e del virtuosismo tra XIX e XX secolo, spaziando dal Saint Saens dell'Introduction e Rondò capriccioso op. 28 al celeberrimo Quartetto verdiano (riarrangiato per orchestra d'archi) al Capriccio a due (insieme con Laura Gorna) della compositrice Silvia Colasanti.

Dettagli del concerto


Interpreti

Orchestra da Camera Italiana
Salvatore Accardo, direttore e violino
Laura Gorna, violino

 

Programma

Saint-Saens
Havanaise per violino e orchestra op. 83 - Introduction e Rondò capriccioso op. 28

Colasanti
Capriccio a due

Verdi
Quartetto (versione per orchestra d’archi)

mercoledì 23 marzo 2016
Torino, Conservatorio Giuseppe Verdi
ore 21:00

Serie: Pari
Genere: Musica da camera, Solista e orchestra
Biglietti: 28-20 €

Potrebbe piacerti anche

SCHUMANN 2

Musiche di Schumann 
sabato 2 dicembre 2017

YOUNG 2

Musiche di Haydn, Webern, Mendelssoh 
martedì 5 dicembre 2017

SCHUBERTIADE. I LIEDER 1

Lieder di Schubert 
martedì 12 dicembre 2017

SHORT TRACK

SERENATA NOTTURNA 
sabato 16 dicembre 2017