Fazil Say, pianoforte

Musiche Beethoven, Debussy, Say

Prendere o lasciare. I recital di Fazil Say non sono “i soliti concerti”. Sono più diretti, più aperti, più eccitanti: in breve, vanno dritti al cuore. È esattamente ciò che il compositore Aribert Reimann pensò nel 1986 quando, durante una visita ad Ankara, ascoltò il pianista allora sedicenne. "Bisogna assolutamente ascoltarlo – commentò –, questo ragazzo suona come un diavolo".
Fazil Say ancora oggi, a 48 anni, non si risparmia. Per le sue esecuzioni usa tutto di sé: le dita, le mani, i gomiti, il collo, la testa, la bocca, la voce, il corpo intero. «Non possiamo suonare Mozart semplicemente con le dita – dichiara Say – La sua musica ha bisogno di essere assorbita dal nostro corpo, dal nostro essere, dalla nostra vita. Dobbiamo viverla, respirarla. Ho tanto cercato di raggiungerla e poter essere degno di lei».
Im-per-di-bi-le!

Dettagli del concerto


Interpreti

Fazil Say, pianoforte
 

Programma

Beethoven
Sonata in si bemolle maggiore op. 106 (Grosse Sonate für das Hammerklavier)

Debussy
6 Préludes

Say
Yürüyen Kö?k
Black Earth
mercoledì 13 febbraio 2019
Torino, Conservatorio Giuseppe Verdi
ore 21:00

Serie: Pari
Genere: Pianoforte
Biglietti: 35-10 €
poltrone numerate: euro 35 
in vendita presso la biglietteria dell’Unione Musicale e online

ingressi: euro 20
ridotti fino a 21 anni (compresi DAMS e Conservatorio): euro 10 
in vendita il giorno del concerto presso il Conservatorio dalle ore 20.30


Concerto inserito nell’abbonamento trasversale Nessun Dorma! (Ottetto)

Scopri di più

Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie
Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie
Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie

Potrebbe piacerti anche

Luca Buratto, pianoforte

Musiche di Bach, Chopin, Beethoven 
domenica 12 maggio 2019