Confluenze

Musiche di Morton Feldman


La notte emerge dalla terra
e inghiotte il ritmo incessante del giorno.
Alla deriva nel mare del sonno, attraversiamo stati d’animo,
pensieri, emozioni.
 
Là dove il corpo tace, la danza della notte emerge come un paesaggio immaginario
colmo e vuoto allo stesso tempo.
Nord, sud, est, ovest.
Quale il limite di questo spazio che si rivela nel buio ?
 
Nut indossa la notte dei tempi come un abito di passione,
e spogliandosi, si fa madre del giorno
ed emerge dalla terra danzando.


NUT è un’istallazione coreografica per un’interprete e un quartetto d’archi.
È un dialogo dell’essere che fa fronte. Affronta la notte.
Un dialogo di proporzioni infinitamente grandi e infinitamente piccole, nella notte del teatro e nello spazio d’una musica labirintica: le prime pagine del Quartetto per archi n. 2 di Morton Feldman.
La cosmologia dell’antico Egitto racconta che Nut e Geb, il cielo e la terra, furono per lungo tempo uniti l’uno all’altra. Dal momento in cui l’aria li separò, il tempo cosmico poté avere inizio. Nut ingoia le stelle: è il sorgere del sole. Ella ingoia il sole e scende la notte. Così, attraverso il suo corpo, ella controlla il ciclo del sole e delle notte.
Il corpo curvato di Nut attraversa la storia fino a noi per interrogare la notte.
Nella notte, le grandi linee dell’esistenza risorgono. L’oscurità ci fa dubitare della nostra presenza reale, il sonno agita le nostre memorie e i nostri sogni.
Come una radio sulla quale si cerca una frequenza, come un balenio di luce, come voci lontane e improvvisamente molto vicine.
Respirazione. Allontanamento. Ingrossamento… cadute di stelle.
NUT è l’essere davanti alla notte cosmica, alla notte dei tempi.
Davanti al passato senza inizio, “kuan ganjo”.

Leggi la presentazione completa dello spettacolo.

Dettagli del concerto


Interpreti

Compagnie 3.14
Stefania Brannetti, danzatrice
Quartetto d?Archi di Torino (Vittorio Marchese - Umberto Fantini ? Andrea Repetto - Manuel Zigante)

 

Programma

NUT
installazione coreografica per un corpo e un quartetto d?archi

Concezione di Valeria Apicella
Musica di Morton Feldman: Quartetto per archi n. 2 (frammenti)

Assistente e montaggio video Cyril Bghin
Creazione luci Jean-Pascal Pracht
Costumi, accessori e video Valeria Apicella

Una coproduzione:
cie 3.14
Unione Musicale - Confluenze / Atelier Giovani
Festival Torinodanza / Fondazione Teatro Stabile Torino
con il sostegno di
Consultrading (Pomigliano)
AltraDefinizione, gruppo di creazione artistica (Napoli)
CND (Parigi), Micadanses (Parigi)
Laboratoires d?Aubervilliers (Parigi)

sabato 28 febbraio 2015
Torino, Teatro Vittoria
ore 20:00

Serie: ,
Genere: Sperimentazione
Biglietti: 20-12 €

Aperitivo: ore 19.30

Scopri di più

Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie
Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie
Contenuto non visibile a causa delle tue preferenze sui cookie!

Apri preferenze cookie

Potrebbe piacerti anche

SHORT TRACK 4

SPOT PER DUE 
sabato 9 febbraio 2019