Confluenze

Musiche popolari

Per il ciclo Confluenze l’Unione Musicale propone lo spettacolo musicale Ma la va diretta al Piave, che in occasione del centenario della Prima Guerra Mondiale ci propone intensi riarrangiamenti del repertorio canoro di quegli anni (lo stesso titolo è un richiamo a una canzone all'epoca diffusissima, tra gli alpini soprattutto).
Per la non facile scelta dei canti, più che agli archivi sonori o alle pagine dei canzonieri ’15-’18 Carlo Pestelli ha attinto alle memorie scritte dei testimoni Giovanni Comisso, Emilio Lussu, il molto meno noto Vincenzo Rabito (autore del particolarissimo diario Terra matta, scritto in siculo italianizzato) e in ultimo, anche se in primis per utilità di fonte, Carlo Salsa, il cui Trincee è una miniera di brandelli di canzoni, motti e strofette dove l’espressività compositiva di anonimi parolieri fa da specchio a scoramento, frustrazione e risentimento.
Ce n’è per tutti: per il re, per il ministro Orlando, per Cadorna soprattutto.

Dettagli del concerto


Interpreti

Stefano Moretti, attore
Carlo Pestelli, narratore e voce
Vox Libera (Rossella Giacchero, Stefano Gambarino, Cristian Chiggiato, Cesare Costamagna, Dario Tabbia voci)

 

Programma

MA LA VA DIRETTA AL PIAVE
Testo di Carlo Pestelli
Regia di Bruno Franceschini
Musiche popolari riarrangiate e canzoni popolari
martedì 26 maggio 2015
Torino, Teatro Vittoria
ore 20:00

Serie: ,
Genere: Sperimentazione, Voce
Biglietti: 20-12 €

Aperitivo: ore 19.30

Potrebbe piacerti anche

SCHUBERTIADE. I LIEDER 3

Lieder di Schubert 
sabato 6 aprile 2019

SCHUBERTIADE. I LIEDER 4

Lieder di Schubert 
martedì 7 maggio 2019