Nelle relazioni umane c’è sempre uno degli spiriti coinvolti che si strugge. Questo era il caso di Alfredo Casella, a tal punto perso nell’ammirazione di Stravinskij da trasgredire le disposizioni fasciste ed eseguire Le Sacre du printemps per la prima volta in Italia. Era il 1942 e il Teatro Reale dell’Opera di Roma apri uno squarcio di libertà nella grigia cappa del regime fascista. Un coraggio che molti artisti contemporanei – ben più celebrati – si sognavano. Ma non si trattava di un episodio isolato. Scrivendo la Serenata per clarinetto, fagotto, tromba, violino e violoncello op. 46, Casella mostra di aver compreso e abbracciato la lezione neoclassica del compositore russo, la liberazione definitiva dal Romanticismo e dal sentimentalismo: ma la scintilla non scocca. Niente a che vedere con l’intima confidenza e amicizia che era sbocciata naturalmente con Maurice Ravel. La giovinezza passata a Parigi, la modernità che si respirava a pieni polmoni non e stata sufficiente a creare un sodalizio umano e artistico con Stravinskij. Casella troverà invece un vero maestro in Fauré, la saggezza e il caldo abbraccio della tradizione, un focolare da cui partire con sicurezza verso nuove scoperte. Dai suoi Souvenirs il musicista italiano apprenderà la sottile arte della parodia. Gli schizzi pianistici À la manière de… – scritti nell’esuberanza dei vent’anni – assecondano la tradizione parigina del pastiche umoristico, dell’imitazione un po’ crudele e del travestimento, seguendo il solco percorso da Satie, Debussy e dallo stesso Proust in campo letterario. Una piccola galleria di ritratti che Alfredo Casella percorre con il passo leggero e quella strana risata dal suono meccanico e “un po’ idraulico”, come l’ha definita Bruno Barilli. Un’allegria trattenuta e una fiducia incrollabile che lo hanno condotto in salvo oltre le tenebre del fascismo. (Articolo di Alessio Tonietti)

Vai alla presentazione del concerto >>http://www.unionemusicale.it/concerti/ensemble-atelier-giovani-12042016/

Leggi il comunicato stampa >> http://www.unionemusicale.it/atelier-parigi-festival-casella-12-aprile-2016-comunicato-stampa/

{Originale su www.sistemamusica.it }